Analisi dei competitor con screaming frog

Giovanni Sacheli
EVE Milano

Sabato 2 Dicembre dalle 14:55 alle 15:40

Sala SEO

Scopri le strategie SEO dei tuoi concorrenti e sfrutta le loro debolezze a tuo vantaggio. Impariamo ad usare Screaming Frog con le nuove API per identificare le pagine con più backlink, studiare i link interni e capire quali pagine sono le più importanti, trovare opportunità derivanti dagli errori 404 dei competitor e verificare le implementazioni dei dati strutturati.

Gli Appunti degli esperti


Qui trovate la guida per fare la “custom extraction” con Screaming Frog https://www.screamingfrog.co.uk/web-scraping/

Ad esempio in un e-commerce questa funzione potrebbe essere usata per estrapolare il numero di prodotti che un competitor ha nelle varie categorie, o il numero di pezzi disponibili a magazzino per i vari prodotti (se il sito fornisce questo dato).

Riccardo Perini


Altro software meno evoluto ma completamente gratuito (abusato dai SEO Jurassici) è Xenu: https://xenu-link-sleuth.it.softonic.com/ (funziona solo in ambiente Windows :( 

Michele De Capitani


Occhio al numero di risultati ritoranto in SERP con l'operatore [site:], va preso con le pinze, andate in seconda pagina o nell'ultima disponibile, diverrà un poco più veritiero.

Il numero delle pagine indicizzabili deve contare quelle che sono canonical (ossia con canonical auto-referente o mancante) e che non sono noindex.

Federico Sasso