Crawl Budget Optimization: cos’è e come migliorare la fase di scansione dei nostri siti

Simone Rinzivillo
Mamadigital

Sabato 2 Dicembre dalle 09:30 alle 10:15

Sala SEO

Comprendere veramente come funziona il Crawl Budget consente di agire sulle leve che influiscono positivamente sulla delicatissima fase di crawling del sito. Intervento tecnico e al contempo digeribile, condivide concetti e soluzioni strategicamente fondamentali nel contesto di una strategia SEO veramente efficace.

Gli Appunti degli esperti


La Google Search Console ci dice solo quantitativamente quante risorse il Googlebot ha scaricato giornalmente, ma per avere tutti i dati è sempre meglio analizzare i file di log.

I log possono essere analizzati ad esempio con:

Apache Log Viewer: https://www.apacheviewer.com/

Screaming Frog SEO Log File Analyzer: https://www.screamingfrog.co.uk/log-file-analyser/

Riccardo Perini


Definizione di TTFB (Time to First Byte) = TTFB è il tempo misurato in secondi che il browser deve aspettare prima di ricevere il primo pacchetto di dati dal web server.

Michele De Capitani


Aggiungo una nota. Attenzione a non farsi confondere dal nome utilizzato da Google nella Search Console nelle Statistiche di scansione. Con “Pagine sottoposte a scansione giornalmente” non si intende il numero di pagine, ma i vari contenuti scaricai dal Googlebot, quindi anche i file css, immagini, javascript, ecc.

Riccardo Perini


Prima di attuare la CBO (Crawl Budget Optimization) in termini di "amputazione" tramite "disallow" e/o "nofollow" / "noindex" delle pagine usando robots.txt, meglio gestire il contenuto duplicato e trovare il sistema di farlo indicizzare bypassando appunto i filtri antiduplicazione (esempio la paginazione, può essere una fonte di contenuti se appositamente ottimizzata).

Solo se non ci sono alternative migliori (ed è raro), si procede con l'amputazione :-)

Michele De Capitani